L’evoluzione dell’odontoiatria

Come tutte le scienze mediche, anche l’Odontoiatria ha subito una evoluzione con notevole vantaggio per i pazienti. Se guardiamo indietro i trattamenti eseguiti appartengono a un’altra era. Però anche negli anni ’70, ’80, 90’ i pazienti traevano notevoli vantaggi, in termini di salute dal nostro operato. Certo le aspettative erano molto inferiori, basta pensare all’estetica. Ma anche le capacità di mantenere elementi dentari erano diversi: il trattamento più eseguito per molte patologie era l’estrazione, che aveva il notevole vantaggio di non presentare insuccessi, residui radicolari a parte. L’Implantologia già esisteva in forma rudimentale, ma godeva di scarsa considerazione. Quando si incontrava un Implantologo per strada si cambiava marciapiede. Sono cambiati i materiali, oltre alle conoscenze. Alcuni sono stati ingiustamente abbandonati, mi riferisco all’amalgama d’argento, che seppure in pochi casi consente di risolvere problemi altrimenti irresolubili. La protesi ha subito un ridimensionamento, arricchita, non sostituita dall’implantologia. L’Endodonzia ha subito un cambiamento tecnologico che l’ha resa alla portata di tutti e non solo di super esperti. Parleremo di tutto questo condividendo considerazioni che hanno messo soprattutto il Dentista “generico” di dare ai pazienti il meglio. Il meglio di oggi, diverso sicuramente del meglio fra 10 anni.